COLUMBIA TURISMO / CATALOGO Dalla Sicilia - Georgia e Armenia
Nel cuore del Caucaso: Georgia e Armenia


voli Turkish Airlines


1° Giorno
catania - BATUMI
Partenza con voli di linea (non diretti) per Batumi. Arrivo e trasferimento in albergo. Cena in ristorante. Pernottamento.

tabella prezzi2° Giorno
BATUMI - AKHALTSIKHE
Prima colazione in albergo. Batumi si trova circa 20 km dal confine con la Turchia, in una zona subtropicale, splendidamente ricca di agrumi. Il famoso boulevard (con la pista ciclabile lunga 7 km) disegnata nel XIX sec. si estende lungo la costa del Mar Nero. Qui si può ammirare la torre dedicata all’Alfabeto e alla cultura della Georgia e la statua di Ali e Nino - protagonisti dell’omonimo romanzo di Kurban Said. Visita alla fortezza di Gonio - Apsaros (VIII – VII sec. a.C.) – la fortezza più antica della Georgia, utilizzata dai Romani nel I e III sec. Secondo la leggenda l’Apostolo Matteo fu sepolto nel territorio della fortezza. Pranzo in ristorante. Partenza per il sud della Georgia. Sulla strada visita al Giardino Botanico di Batumi. Arrivo ad Akhaltsikhe. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

3° Giorno
AKHALTSIKHE - VARDZIA - BORJOMI - TELAVI
Prima colazione in albergo. Partenza verso sud (vicino al confine con la Turchia) per la città monastero di Vardzia scavata nella roccia ai tempi della leggendaria principessa Tamara. Lungo il percorso, foto stop alla fortezza di Khertvisi (X-XIV sec.) – una delle fortezze più antiche della Georgia del periodo feudale. Secondo la legenda Khertvisi fu distrutta da Alessandro Magno. Si prosegue per la sacra città rupestre di Vardzia. La caratteristica saliente della città, che si sviluppo nel XII sec., sono i 13 livelli su cui sono collocati le abitazioni scavate nella roccia, con la chiesa dell’Assunzione al centro. Sono circa 600 stanze scavate nella roccia: chiese, cappelle, ripostigli, bagni, refettori e librerie. Ritorno ad Akhaltsikhe. Pranzo in un ristorante locale. Partenza per Kakheti, zona viniviticola nell’Est della Georgia. Sulla strada visita a Borjomi – località di villeggiatura termale famosa per la sua acqua minerale in tutta la ex Unione Sovietica. Arrivo a Telavi. Cena e pernottamento a Telavi, centro principale capoluogo amministrativo della regione di Kakheti.

mappa itinerario4° Giorno
TELAVI - SADAKHLO - EREVAN
Prima colazione in albergo. Giro panoramico nel centro di Telavi. Visita al Monastero di Alaverdi costruita nella prima metà dell’XI secolo, la chiesa più grande della Georgia medioevale. In realtà la struttura vanta origini ancora più antiche, dato che nello stesso luogo esisteva un monastero già nel VI secolo. La sua facciata priva di decori è monumentale e desta una forte impressione per dimensione e al contempo armonia. Partenza per Sadakhlo (confine Armenia-Georgia). Sulla strada sosta per pranzo a Tbilisi. Proseguimento per Sadakhlo. Incontro con la guida armena. Arrivo a Erevan, sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

5° Giorno
EREVAN - ETCHMIADZIN - KHOR VIRAP
Prima colazione. Partenza per Armavir. Visita del Complesso di Etchmiadzin, vero e proprio centro spirituale del Cristianesimo in Armenia: visita della Cattedrale, il più antico tempio cristiano del Paese e residenza ufficiale dei Cattolici armeni. Visita alle rovine di Zvartnots con il Tempio del Paradiso degli Angeli. Rientro a Erevan. Pranzo. Visita a Tsitsernakaberd - Memoriale e Museo dedicato alle vittime del genocidio degli armeni del 1915. Partenza per il Monastero di Khor Virap (pozzo profondo), un sito importante di pellegrinaggio vicino al confine con Turchia dove San Gregorio Illuminatore è stato prigioniero per 13 anni prima della conversione dell’Armenia nel 301 d.C. Cena e pernottamento a Erevan.

6° Giorno
EREVAN - GARNI – SEVAN – DILIJAN
Prima colazione. Visita dell’Istituto dei Manoscritti antichi Matenadaran (ingresso incluso), dove sono conservati importanti manoscritti di illustri studiosi e scienziati ed i primi libri stampati in Armenia risalenti al XVI sec. Partenza per la regione Kotayk. Visita al Tempio pagano di Garni, dalle classiche linee ellenistiche, l’unico del genere esistente in Armenia. Proseguimento per il Monastero di Gheghard, noto nell’antichità come quello della Lancia, nome derivato dalla reliquia che si narra ferì il costato di Gesù. Pranzo in agriturismo a Garni. Partenza per Lago Sevan - lo smeraldo dell’Armenia, si trova a 2000 m s.l.m. Visita del Monastero Sevanavank (Chiese di Penisola) del IX secolo che si trova proprio sulla Penisola Sevan, da qui si gode una bellissima vista sul lago. Partenza per la regione Tavush. Arrivo a Dilijan, check-in. Cena e pernottamento a Dilijan.

7° Giorno
DILIJAN - SADAKHLO - TBILISI
Prima colazione. Partenza per il confine armeno-georgiano. Arrivo, incontro con la guida georgiana, proseguimento per Tbilisi. Arrivo e sistemazione in albergo. Pranzo in ristorante locale. Visita al Tesoro del Museo Nazionale della Georgia dove sono esposti straordinari esempi di filigrana d’oro e altri manufatti scoperti negli importanti siti archeologici. Passeggiata lungo il viale di Rustaveli, noto per gli edifici nello stile del Classicismo Russo. Cena in un ristorante tipico. Pernottamento.

8° Giorno
TBILISI – MTSKHETA - TBILISI
Prima colazione in albergo. Partenza per l’antica capitale della Georgia - Mtskheta. Questo posto, dove si trovano alcune delle chiese più antiche e importanti del paese (Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO), costituisce il cuore spirituale della Georgia. Avrete l’opportunità di visitare: la Chiesa di Jvari (VI-VII sec.), un classico dello stile georgiano antico. Visita della Cattedrale di Svetitskhoveli risalente all’XI secolo uno dei posti più sacri della Georgia, dove secondo la tradizione è sepolta la tunica di Cristo. Tbilisi è la capitale della Georgia che fu fondata nel V secolo dal re Vakhtang Gorgasali. Sosta alla chiesa di Metekhi, (XIII sec.) la chiesa a pianta croce fa parte del complesso della residenza Reale. Pranzo in ristorante. Visita alla fortezza di Narikala (IV sec.) – cittadella che domina la parte vecchia di Tbilisi. Nel corso dei secoli Narikala è stato considerato il miglior punto strategico della città. L’accesso alla fortezza avviene tramite seggiovia, la discesa è a piedi. Dopo la vista panoramica e sosta alle terme sulfuree si continua verso la Sinagoga e la Cattedrale di Sioni (VI-XIX) che viene considerata il simbolo di Tbilisi. Il tour si conclude con la Basilica di Anchiskhati (VI sec.). Cena in ristorante. Pernottamento.

9° Giorno
TBILISI - catania
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con voli di linea (non diretti). Arrivo e fine dei nostri servizi.